La scelta del piumino da donna

 

se quest'anno avete bisogno di un piumino nuovo questo è il momento giusto per iniziare a cercarlo. Ci sono ancora molte taglie e modelli, e avrete tempo di valutare quale è più adatto al vostro corpo e alle vostre tasche. Tra i piumini c'è molta scelta, soprattutto se paragonati a quelli che si trovavano anche solo 10 anni fa, che ci facevano assomigliare al più basso e tozzo dei pinguini di Madagascar.
Se dobbiamo comprare un piumino dobbiamo innanzitutto considerare molti fattori:
• Il colore, l'ideale sarebbe che si abbinasse a gran parte del vostro guardaroba, non fate come me che ne ho comprato uno blu elettrico prima di scoprire che ero un autunno (era in saldo!). Un colore base, o uno che nel vostro armadio si armonizza molto bene.
• La lunghezza che dipende da con cosa intendete indossarlo. Se indossate spessissimo gonna e vestiti è meglio che sia un po' più lungo, magari anche al ginocchio, se invece i jeans e i pantaloni sono la vostra divisa anche un modello subito sotto il lato B o a metà è adatto.
• Il potere calorifico, che è un modo ingegneristico (e del tutto inappropriato) per indicare quanto il piumino vi deve scaldare. Se abitate in una città molto fredda meglio concentrarci su qualcosa di più qualità e quindi anche più caro ma più caldo, se invece vi serve qualcosa per i 10 gradi va benissimo anche più sottile.
• Che sia o meno impermeabile è una vostra scelta, ma sicuramente impermeabile resiste più a lungo e vi protegge di più, rischia però di essere troppo sportivo.
• Liscio o trapuntato? Sicuramente più liscio è e meno vi infagotterà, il fatto che sia trapuntato a righe orizzontali ovviamente allarga.
Cercate di non risparmiare troppo quando comprate il piumino perché rischiereste di trovarvi con qualcosa che poi non utilizzate perché non vi scalda abbastanza